Home>Storia della direttrice

ACCADEMIA SOL VERONA

La storia della direttrice

Il giorno dopo chiamai il numero su quel biglietto e presi appuntamento. Quell’incontro mi cambiò la vita, cominciai un percorso emozionale di crescita lavorando sul quel buio e quell’insicurezza che mi stava mangiando dentro avvicinandomi sempre più alle tecniche olistiche e spirituali, cominciando così il mio percorso di naturopata iridologa.

Era un momento veramente duro della mia vita, la sensazione di non sapere più chi ero, di non sentire più il mio corpo, la mente spenta, andavo avanti per inerzia senza più riconoscermi, il vuoto che cresceva dentro di me, il buio che offuscava qualsiasi cosa. Un giorno incontrai una mia amica, era insieme ad una ragazza che non avevo mai incontrato, ma riconobbi in lei le mie stesse sensibilità. La cosa strana è stata che quando rimasi sola con la mia amica le chiesi di quella ragazza e la sua risposta fu “guarda mi ha dato questo biglietto da visita e la persona che glielo ha dato le ha detto di tenerlo perché sarebbe servito a qualcuno”. Il giorno dopo chiamai il numero su quel biglietto e presi appuntamento. Quell’incontro mi cambiò la vita, cominciai un percorso emozionale di crescita lavorando sul quel buio e quell’insicurezza che mi stava mangiando dentro avvicinandomi sempre più alle tecniche olistiche e spirituali, cominciando così il mio percorso di naturopata iridologa. Più andavo avanti con il mio percorso più incontravo persone con le mie stesse sofferenze e paure, più scalini facevo per ritornare ad essere presente con me stessa e più dentro di me cresceva il desiderio di aiutare gli altri a riscoprirsi, a risentirsi vivi. Il percorso di naturopatia non è solo uno studio distaccato, ma è incontrare persone che ti aprono il cuore, la mente e l’anima, è diventare empatici con se stessi, imparare ad ascoltarsi e ad ascoltare, ad avere una visione della vita che va oltre ciò che l’occhio umano vede. Imparare a riconoscermi, ad essere presente, ad apprendere in quanti diversi modi la natura e l’anima mi ha aiutato, è stato fondamentale per me stessa, per il mio lavoro e per le mie scelte di vita. Tutte le mie sofferenze e tutte le mie conquiste mi hanno portato al desiderio di aprire l’Accademia con lo scopo di trasmettere tutto ciò che ho appreso, di aiutare le persone ad imparare ad attingere da se stesse, dalla propria anima e dalla propria intelligenza utilizzando tutte le conoscenze che il mondo olistico e spirituale ha da insegnarci.

Chiara Zullo

Era un momento veramente duro della mia vita, la sensazione di non sapere più chi ero, di non sentire più il mio corpo, la mente spenta, andavo avanti per inerzia senza più riconoscermi, il vuoto che cresceva dentro di me, il buio che offuscava qualsiasi cosa. Un giorno incontrai una mia amica, era insieme ad una ragazza che non avevo mai incontrato, ma riconobbi in lei le mie stesse sensibilità. La cosa strana è stata che quando rimasi sola con la mia amica le chiesi di quella ragazza e la sua risposta fu “guarda mi ha dato questo biglietto da visita e la persona che glielo ha dato le ha detto di tenerlo perché sarebbe servito a qualcuno”. Il giorno dopo chiamai il numero su quel biglietto e presi appuntamento. Quell’incontro mi cambiò la vita, cominciai un percorso emozionale di crescita lavorando sul quel buio e quell’insicurezza che mi stava mangiando dentro avvicinandomi sempre più alle tecniche olistiche e spirituali, cominciando così il mio percorso di naturopata iridologa. Più andavo avanti con il mio percorso più incontravo persone con le mie stesse sofferenze e paure, più scalini facevo per ritornare ad essere presente con me stessa e più dentro di me cresceva il desiderio di aiutare gli altri a riscoprirsi, a risentirsi vivi. Il percorso di naturopatia non è solo uno studio distaccato, ma è incontrare persone che ti aprono il cuore, la mente e l’anima, è diventare empatici con se stessi, imparare ad ascoltarsi e ad ascoltare, ad avere una visione della vita che va oltre ciò che l’occhio umano vede. Imparare a riconoscermi, ad essere presente, ad apprendere in quanti diversi modi la natura e l’anima mi ha aiutato, è stato fondamentale per me stessa, per il mio lavoro e per le mie scelte di vita. Tutte le mie sofferenze e tutte le mie conquiste mi hanno portato al desiderio di aprire l’Accademia con lo scopo di trasmettere tutto ciò che ho appreso, di aiutare le persone ad imparare ad attingere da se stesse, dalla propria anima e dalla propria intelligenza utilizzando tutte le conoscenze che il mondo olistico e spirituale ha da insegnarci.

Chiara Zullo